I migliori proverbi napoletani!

Molti discutono riguardo la questione della lingua napoletana. Per alcuni infatti, l’idioma partenopea è soltanto un dialetto, mentre altri la ritengono una vera e propria lingua. Qualunque sia la corretta definizione, è imprescindibile il fatto che il napoletano sia unico e che possieda proverbi e modi di dire davvero divertenti. Esaminiamo insieme quindi, quali sono i migliori proverbi napoletani e qual e il loro significato!

Dicett o Pappice vicin a’ noc ramm’ o tiemp ca t spertos

Il verme disse vicino alla noce: dammi un po’ di tempo che ti perforo. Modo di dire sfizioso e di gran significato. Si usa per indicare che con il tempo e con la costanza è possibile raggiungere risultati che apparentemente sembrano impossibili, proprio come un verme che riesce a perforare il guscio duro di una noce!

Dicett o Parrocchian:”Fa chell che dic je, ma nun fa chell c facc je”

Disse il parrocchiano:”Fai quello che dico io ma non fare quello che faccio io”. Versione napoletano del proverbio predicare bene e razzolare male. Viene usato per indicare una persona che comanda quello che si deve fare, ma poi non rispetta le regole da lui imposte.

O pesce fet d’a cap

Il pesce puzza dalla testa. Uno dei migliori proverbi napoletani, utilizzato da moti per indicare che c’è del marcio alla base di una situazione oppure di un’organizzazione. Un modo semplice e diretto per far capire che a monte le cose non vanno affatto bene.

O sparagne nun è mai guadagno

Il risparmio non è mai guadagno. Oltre ad essere uno dei migliori proverbi napoletani, è anche uno dei più saggi. Questo detto popolare ricorda che quando si tende a risparmiare si ottengono servizi di bassa qualità che probabilmente non soddisferanno appieno le proprie aspettative!

L’ultimo proverbio vi invita seriamente a riflettere di scegliere sempre cose di qualità, come ad esempio i nostri fenomenali tour offerti ad ogni buon turista che visiti Napoli!

Leave a Comment

Your email address will not be published. All fields are required.